Sisal si allea con BT per partecipare alla gara della National Lottery

Franscesco Durante (CEO Sisal): «Dopo Barnardo's, quella con BT un altro tassello importante per la competitività della nostra offerta»

Sisal si allea con il colosso delle telecomunicazioni inglese, la British Telecom (BT), per partecipare alla gara della National Lottery. La BT «avrà un ruolo di advisor nella gestione delle reti fisse e mobile in tutto il Regno Unito, fornendo tecnologie di ultima generazione per ampliare il bacino di utenti della National Lottery», spiegano da Sisal. BT, già British Telecommunications, è la società che gestiva il monopolio delle telecomunicazioni, e tutt'ora è il più grande operatore telefonico del Regno Unito. «E' una partnership strategica per noi, un altro tassello importante dopo quello rappresentato dalla partnership con Barnardo's, il più importante player del mondo charity nel Regno Unito» sottolinea ancora la compagnia italiana.

«Siamo molto felici di annunciare la nostra partnership con BT. Grazie alla conoscenza del mercato britannico, alle competenze digitali, alla forte propensione al cliente e alla spinta all'innovazione, la collaborazione con BT ci consentirà di avere una proposta competitiva per la gestione della National Lottery nel Regno Unito» ha aggiunto Francesco Durante, CEO di Sisal.

Francesco Durante, CEO di Sisal

Mentre, secondo Dean Terry, managing director del settore corporate and public di BT, «la nostra tecnologia può massimizzare gli introiti delle cause benefiche e garantire una maggiore tutela ai giocatori». Secondo il programma, la Gambling Commission selezionerà il vincitore il prossimo mese di settembre. In lizza per aggiudicarsi la licenza ci sono anche la ceca Sazka e l'indiana Sugal & Damani, oltre che l'attuale gestore, la Camelot.



per informazioni e suggerimenti: redazione@sportextra.it