Serie A: il 2020 si chiude con Milan e Inter in vetta

Sotto l'albero di Natale i tifosi del Milan e dell'Inter ricevono un regalo atteso da anni, la supremazia in serie A e alle loro spalle c'e' il vuoto. Conte puo' gioire per la vittoria di Verona che non significa sorpasso perche' in pieno recupero il Milan con Theo Hernandez trova un successo batticuore per 3-2 con una Lazio che aveva recuperato due gol.

Ammaccata e distanziata la Juve, al terzo posto - riporta l'Ansa - sale la Roma che vince a fatica una gara complicata col Cagliari. Al quarto posto c'e' meritatamente il Sassuolo che si impone in casa della Samp.

Pareggi dal sapore diverso per Atalanta e Napoli: i bergamaschi recriminano perche' si fanno recuperare due gol dal Bologna mentre i partenopei evitano il terzo ko consecutivo con Insigne che pareggia il gol di Belotti. Il Toro si fa come al solito recuperare e resta ultimo perche' il Genoa bagna l'esordio di Ballardini con un basilare successo alla Spezia. Sorride anche Pippo Inzaghi perche' il suo Benevento continua a sorprendere imponendosi in casa dell'Udinese.

La Serie A prende congedo dal 2020 con una serata scoppiettante. Luci a San Siro per un match di grande livello. Il Milan comincia come un rullo compressore: Rebic di testa e un rigore di Calhanoglu sembrano indirizzare verso un nuovo trionfo rossonero. Ma la Lazio e' una squadra di rango e reagisce con forza e sicurezza.

Immobile si fa deviare un rigore ma Luis Alberto e' pronto a riaprire la gara. Sono i pezzi da 90 a suonare la carica: Milinkovic pesca Immobile che con un gran tiro trova il 2-2. Quando sembra che il pari santifichi la serata ecco spuntare il solito Theo Hernandez che regala tre punti molto pesanti. Il Milan vola, ma anche l'Inter non si ferma piu'. Passa a Verona con una prestazione di grande intensita' inanellando il settimo successo consecutivo. Conte trasmette vitalita' e fame di successi.

 Lautaro spiana la strada, Ilic pareggia su papera di Handanovic, poi ci pensa Skriniar a confezionare tre punti pesanti. La Roma arpiona il terzo posto ma non senza fatica contro un Cagliari volitivo. Veretout segna presto e i giallorossi sprecano varie occasioni, poi hanno un momento di confusione nella ripresa che rimette il gioco i sardi con Joao Pedro, e Simeone colpisce un segno.

I cambi di Fonseca stavolta funzionano e Dzeko e Mancini mettono in sicurezza la gara, tardivo il 3-2 di Joao Pedro. Sale anche il Sassuolo al quarto posto con una vittoria di sostanza in casa della Samp, un 3-2 guerreggiato che conferma la qualita' degli emiliani. L'Atalanta sembra proseguire la sua strada di risalita ispirata da Ilicic e con una doppietta di Muriel , ma ha un calo nella ripresa e il Bologna recupera due gol guadagnando un punto prezioso. Il Napoli continua la sua fase negativa: va sotto col Toro ma alla fine Insigne evita il terzo ko consecutivo. Si scalda la situazione in coda perche' il Toro prende un punto ma si allontana il Genoa che vince in casa della Spezia. Grande impresa anche del Benevento che vince 2-0 a Udine ma i friulani si mangiano tante occasioni.



per informazioni e suggerimenti: redazione@sportextra.it