Sale giochi, scommesse e Bingo: ecco perché si può riaprire in completa sicurezza (VIDEO)

Le sale gioco sono ormai chiuse da quasi 300 giorni e, ad oggi non è stata comunicata una data certa di riapertura, nonostante la predisposizione di Protocolli di Sicurezza Sanitaria estremamente

Le sale gioco sono ormai chiuse da oltre 300 giorni e, ad oggi non è stata comunicata una data certa di riapertura, nonostante la predisposizione di Protocolli di Sicurezza Sanitaria estremamente rigidi che garantiscono una riapertura in totale sicurezza.

Periodo chiusura attività:

  • 8 marzo 2020 – 11 giugno 2020: prima chiusura per Covid19
  • 11 giugno 2020 – 26 ottobre 2020: apertura con rigidi protocolli, nessun focolaio riscontrato
  • 26 ottobre 2020 – ad oggi: chiusura con nessuna data certa sulla riapertura

La riapertura in sicurezza delle sale da gioco in zona gialla è assolutamente possibile grazie ai protocolli di sicurezza redatti con la collaborazione tra operatori di gioco, associazioni di categoria e organizzazioni sindacali e già messi in atto al termine del primo lockdown dello scorso anno.

Nonostante il momento di grande difficoltà, gli esercenti del comparto hanno investito sin da subito importanti risorse economiche per adeguare i locali alle normative dei vari Dpcm e adottare tutte le linee guida dei Protocolli di Sicurezza Sanitaria in vista della riapertura dell’11 giugno scorso. L’attenzione e il rispetto di tali direttive consentirebbero agli esercenti di riaprire le attività e accogliere in totale sicurezza un numero limitato di clienti, riducendo così al minimo la possibilità di contagio. 

Tutto questo è certificato da un video promozionale realizzato in questi giorni all'interno di un punto vendita Sisal che certifica - in modo inoppugnabile - l'assurda e prolungata chiusura dei punti vendita del gioco legale, dove non è mai stato certificato alcun caso di contagio da Coronavirus, quando le piazze italiane (persino oltre il coprifuoco delle 22.00!), gli uffici postali, i mercati rionali e i mezzi pubblici presentano invece assembramenti indecorosi e un rischio ben più alto di diffusione del virus.

Misure previste dai Protocolli di Sicurezza Sanitaria:

  • Obbligo misurazione temperatura all'ingresso (ingresso consentito con temperatura minore di 37.5) e utilizzo di mascherina (su richiesta fornita dall’esercente)
  • Avvisi posizionati all’esterno del locale es. “Locale igienizzato”
  • Disponibilità di igienizzanti in diversi punti del locale
  • Permanenza nei locali consentita ad 1 persona per ogni 5mq di spazio
  • Floor stickers per garantire la distanza minima
  • Impegno alla sanificazione delle ADI (Vlt, Awp) e vendor machine al termine di ogni utilizzo
  • Divieto somministrazione cibi e bevande 
  • Obbligo di mantenere attivi l'ingresso e l'estrazione dell'aria
  • Spegnimento delle macchine che non permettono il distanziamento di almeno 1,5 mt
  • Obbligo di separatori (plexiglass) per le ADI che non rispettano la distanza minima di 1,5 mt e tra operatore e cliente
  • Registrazione all'ingresso di nominativo e recapito telefonico dei clienti in modalità autocertificazione.

Ecco il VIDEO:



per informazioni e suggerimenti: redazione@sportextra.it