Roma, 4 punti su 30: si aggrava il bilancio di Fonseca contro le “big”

Con la 10ª difesa del campionato (e solo il 6° attacco), la squadra di Fonseca sta palesando sempre più limiti tattici e caratteriali, facendo addirittura peggio del già balbettante primo anno del tecnico portoghese

Nonostante il punto rimediato in extremis contro l'Atalanta di Gasperini, dopo un primo tempo che poteva lasciar presagire un KO di proporzioni epocali, viste le occasioni da gol dei nerazzurri bergamaschi, la Roma continua a non vincere contro le (altre) "grandi" del torneo, e a palesare una inadeguatezza tecnica e caratteriale.
Dieci confronti diretti sinora giocati (da qui alla fine del campionato mancano ancora gli impegni contro Inter - a San Siro - e Lazio, rispettivamente alla terz'ultima e alla penultima giornata), e zero vittorie. Con appena 4 punti conquistati frutto di altrettanti pareggi contro Juventus, Milan, Inter (nel girone di andata) e appunto Atalanta. Il resto della storia parla di 6 sconfitte, in alcuni casi anche pesanti, e ben 25 gol incassati, alla media esatta di 2,5 a partita, per la felicità di chi ha ormai capito che quando c'è la Roma di mezzo in un big match conviene sempre giocare l'«Over 2,5»: 6 gol complessivamente incassati dal Napoli in 2 gare (senza neanche uno all'attivo), altri 5 dall'Atalanta e dal Milan tra andata e ritorno, 4 dalla Juventus, 3 dalla Lazio nel derby d'andata e 2 dall'Inter.

Nella scorsa stagione i punti conquistati contro le "big" furono complessivamente 13, includendo anche il match dell'ultima di campionato allo Stadium contro la Juve imbottita di giocatori della “Under 23” di Serie C e vinta 3-1 dai giallorossi, che pareggiarono entrambe le sfide con Lazio e Inter e persero tutte e due quelle con l'Atalanta.
Quest'anno, però, la squadra di Paulo Fonseca sta facendo decisamente peggio: come se non bastasse, infatti, nell'intero campionato attuale Dzeko e compagni sono riusciti a vincere 3 partite di fila soltanto in 2 occasioni, tra la 6ª e l'8ª e tra la 14ª e la 16ª. Entrambe nel girone di andata. A testimonianza di come il rendimento dei giallorossi sia andato pericolosamente scemando nel corso del 2021.

E con 48 gol già incassati in 32 giornate (10ª difesa del torneo...), è proprio il dato del rendimento del reparto arretrato di Fonseca a preoccupare maggiormente: in metà delle gare disputate quest'anno in Serie A la Roma ha infatti incassato 2 o più gol, in 7 occasioni addirittura 3 o più.
Numeri, tra l'altro, non bilanciati da un reparto offensivo "stellare", visto che l'attacco della Roma (56 gol) è solo il 6° del campionato, non è andato a bersaglio in ben 8 gare quest'anno, e nelle ultime 6 giornate - contro Parma, Napoli, Sassuolo, Bologna, Torino e Atalanta, non certo squadre da “Super League”... - ha segnato appena la miseria di 5 reti, per un bilancio di una sola vittoria, 2 pareggi e 3 sconfitte (con 10 gol incassati).

Non c'è da sorprendersi, dunque, se nella Capitale l'atmosfera sia infuocata, se le (tante) Radio che parlano di calcio H24 stiano con il fucile puntato in attesa del doppio scontro di Europa League contro il Manchester United: un comportamento così dimesso e balbettante anche contro i "Red Devils" sarebbe esiziale, chiuderebbe anzitempo la stagione e - vista la 7ª posizione in classifica - condannerebbe (al momento) il club giallorosso all'onta del primo test con la neonata Conference League, sorta di "serie C" delle Coppe Europee di cui nessuno, dalle parti del Colosseo o di Trigoria, aveva mai sentito sinora la mancanza...

I confronti con le altre "big"
nella stagione 2020/21

Roma-Juventus 2-2

Milan-Roma 3-3

Napoli-Roma 4-0

Atalanta-Roma 4-1

Roma-Inter 2-2

Lazio-Roma 3-0

Juve-Roma 2-0

Roma-Milan 1-2

Roma-Napoli 0-2

Roma-Atalanta 1-1



per informazioni e suggerimenti: redazione@sportextra.it