Qualificazioni Qatar 2022: ecco il girone dell'Italia

Mancini: "sarà una lotta tra noi e la Svizzera"

Saranno Svizzera, Irlanda del Nord, Bulgaria e Lituania le avversarie dell’Italia nelle qualificazioni alla Coppa del Mondo di Qatar 2022. La Nazionale di Roberto Mancini, tra le teste di serie del sorteggio andato in scena nel pomeriggio a Zurigo, è stata inserita come da programma in un gruppo da 5 squadre, il gruppo C, e giocherà 8 gare di qualificazione anziché 10 per poter così disputare la Final Four di Nations League nell’ottobre 2021.

Un cammino che inizierà il prossimo marzo per concludersi nel novembre 2021, con l’Italia intenzionata a cancellare l’onta della mancata qualificazione al Mondiale di Russia 2018 allungando la striscia di 22 risultati utili consecutivi (17 vittorie e 5 pareggi) che le hanno permesso di scalare il Ranking FIFA fino al 10° posto e di presentarsi così in prima fascia ad un sorteggio che ha avuto come ospiti d’eccezione l’olandese Rafael van der Vaart e Daniele De Rossi, in campo il 9 luglio 2006 a Berlino in occasione dell’ultimo grande trionfo azzurro e in panchina il 13 novembre 2017 a Milano, quando l’Italia vide sfumare la qualificazione al Mondiale russo nel ritorno del play off con la Svezia.

Sono stati loro ad estrarre dall’urna le avversarie degli Azzurri, che hanno pescato dalla seconda fascia la Svizzera, già opposta agli Azzurri nel match del girone di EURO 2020 in programma il prossimo 16 giugno, dalla terza fascia l’Irlanda del Nord, dalla quarta la Bulgaria e dalla quinta la Lituania.

"Credo sarà una lotta tra noi e la Svizzera - avverte il Ct Roberto Mancini - che poteva essere tranquillamente tra le teste di serie. Era una delle squadre migliori della seconda fascia, il vantaggio è che sono vicini e il viaggio sarà breve. Sulla carta l’Irlanda del Nord può sembrare un’avversaria più semplice della Svizzera, ma tutte le partite sono difficili e vanno giocate. Anche con la Bulgaria non sono mai state partite semplici. Non bisogna sottovalutare nessuno, i match vanno affrontati nello stesso modo anche perché basta un pareggio per complicarci la vita. Le prime tre gare di marzo saranno fondamentali, poi penseremo all'Europeo".



per informazioni e suggerimenti: redazione@sportextra.it