Mancini: «La prima partita è la più difficile, non possiamo permetterci di sbagliare»

Nel pomeriggio primo allenamento in vista dell’esordio di giovedì nelle qualificazioni al Mondiale di Qatar 2022: con l’Irlanda del Nord gli Azzurri cercheranno di allungare la striscia di 22 partite senza sconfitte. Cristante lascia il ritiro

Costretto a saltare le gare di novembre a causa della positività al Covid-19, Roberto Mancini riabbraccia la sua Nazionale, in ritiro da ieri sera a Coverciano per preparare le prime tre gare delle qualificazioni alla Coppa del Mondo 2022 con Irlanda del Nord, Bulgaria e Lituania.

Dopo la pausa invernale e a poco meno di tre mesi dal debutto nel Campionato Europeo, l’Italia si appresta a tornare in campo con l’obiettivo di iniziare nel migliore dei modi il cammino verso il Mondiale in Qatar. Si partirà giovedì da Parma, dove gli Azzurri cercheranno di allungare con l’Irlanda del Nord la serie di 22 incontri senza sconfitte (17 vittorie e 5 pareggi) nella prima di tre tappe che vedranno la Nazionale impegnata poi nelle trasferte in Bulgaria e Lituania.

“La prima partita è la più difficile – avverte in conferenza stampa Mancini - perché è la prima gara dopo cinque mesi, contro una squadra non semplice da affrontare, forte fisicamente e formata da tanti giocatori che militano in Premier League. Sappiamo che nel tragitto che porta ai Mondiali non si può sbagliare mai, dovremo fare il massimo in queste tre partite”

Come a novembre, quando convocò 41 calciatori, il Ct ha deciso di puntare su un gruppo allargato, vista anche la situazione di incertezza legata all’emergenza Covid e in attesa di sapere se avrà a disposizione Bastoni, Barella e Sensi, i tre giocatori dell’Inter attualmente sottoposti a misure sanitarie restrittive: “Stiamo aspettando di vedere cosa accadrà, siamo abbastanza fiduciosi”.

Nel frattempo oggi Bryan Cristante, che dopo la gara Roma-Napoli ha accusato un risentimento adduttorio, ha lasciato il ritiro azzurro per far rientro al club di appartenenza dove si sottoporrà alle cure del caso.

Qualificazioni mondiali: i convocati di Roberto Mancini

Portieri: Alessio Cragno (Cagliari), Gianluigi Donnarumma (Milan), Alex Meret (Napoli), Salvatore Sirigu (Torino);
Difensori: Francesco Acerbi (Lazio), Alessandro Bastoni (Inter), Cristiano Biraghi (Fiorentina), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Emerson Palmieri (Chelsea), Gian Marco Ferrari (Sassuolo), Alessandro Florenzi (Paris Saint Germain), Manuel Lazzari (Lazio), Gianluca Mancini (Roma), Leonardo Spinazzola (Roma), Rafael Toloi (Atalanta);
Centrocampisti: Nicolò Barella (Inter), Gaetano Castrovilli (Fiorentina), Manuel Locatelli (Sassuolo), Rolando Mandragora (Torino), Lorenzo Pellegrini (Roma), Matteo Pessina (Atalanta), Matteo Ricci (Spezia), Stefano Sensi (Inter), Roberto Soriano (Bologna), Marco Verratti (Paris Saint Germain);
Attaccanti: Andrea Belotti (Torino), Domenico Berardi (Sassuolo), Federico Bernardeschi (Juventus), Francesco Caputo (Sassuolo), Federico Chiesa (Juventus), Stephan El Shaarawy (Roma), Vincenzo Grifo (Friburgo), Ciro Immobile (Lazio), Lorenzo Insigne (Napoli), Moise Bioty Kean (Paris Saint Germain).



per informazioni e suggerimenti: redazione@sportextra.it