Lifestyle Week... live from Dubai

Lifestyle Week Emirates è una conferenza dedicata alla diffusione di idee su come prevenire malattie e invecchiamento precoce, un appuntamento mondiale in cui medici, innovatori, imprenditori e tecnologi, ricercatori in nutrizione, cognizione e movimento, nonché esperti di ambiente, si incontrano in un dialogo ampio e multidisciplinare

di Leda Galiuto

Nonostante l’attenzione del mondo intero sia al momento concentrata sulla pandemia da COVID-19, i veri killer dell’umanità sono le malattie croniche non trasmissibili come le malattie cardiovascolari, i tumori, le malattie polmonari e il diabete. Queste malattie hanno un comune determinatore, una causa comune di malattia, nota alla comunità scientifica come “low grade inflammation”.
Un panel di scienziati, medici, ricercatori, esperti in nutrizione, sport, tecnologie, ambiente, divulgatori, benefattori, si sono riuniti in una community virtuale, con base al Caesars Palace Bluewaters Conference Centre di Dubai con la mission di conoscere, studiare e divulgare gli stili di vita ideali per combattere la “low grade inflammation”.
Proprio, in questo momento critico per l’umanità tutta, è la salute globale ad avere il posto principale della attenzione del mondo intero e di tutti i principali protagonisti della politica, del mondo sociale e dell’informazione.
Live from Dubai e in broadcast, gli esperti si sono alternati nel discutere vari argomenti critici per comprendere la fisiopatologia di questa malattia e per discutere le più moderne strategie per combatterla.
Posto preminente ha avuto la discussione sulle malattie cardiovascolari, killer visibile del 43% degli uomini e del 52% delle donne. Se comparate all’impatto del cancro, che si attesta ad essere responsabile del 13% dei decessi al mondo, si comprende davvero come il cuore sia l’organo principale da proteggere per garantirsi una vita lunga ed in salute.
La buona notizia è che non esiste un destino inevitabile per nessuno, ma ciascuno è in controllo della salute del proprio cuore. Infatti, l’80% delle malattie cardiovascolari possono essere prevenute se si riescono a controllarne i fattori di rischio, la maggior parte dei quali sono “ambientali” e modificabili.
Mi riferisco a sedentarietà, obesità, nutrizione scorretta, fumo di sigaretta, depressione.
E’ interessante sapere che persino l’espressione del DNA non è “inevitabile”. In altre parole, persone che hanno nella loro patrimonio ereditario le malattie cardiovascolari, possono modificare l’espressione genica attraverso un “cocktail” di corretta nutrizione, esercizio fisico, abolizione del fumo.
Lo stress gioca anche un ruolo importante nell’accendere l’infiammazione e danneggiare vari organi e apparati. Mai come oggi risulta evidente come corpo e mente siano una cosa sola e lavorino in sinergia e sintonia.
Strumenti come meditazione e mindfulness sono addirittura in grado di modificare anch’essi l’espressione genica e favorire maggiore longevità.
La nostra salute è sotto il nostro “controllo”, questa è il messaggio principale ed incoraggiante proveniente dall’evento.
Questa nutrita community di opinion leader ha come obiettivo quello di mettere in relazione il team di scienziati con la popolazione mondiale, utilizzando le più aggiornate e referenziate esperienze scientifiche per produrre dei TIPS, personalizzati sulla base del livello di infiammazione individuale e personalizzabili anche in relazione al contesto socio culturale ed etnia, capaci di ridurre la “low grade inflammation”.
L’evento di Dubai - che si concluderà nella giornata di giovedì 10 dicembre con l’ultimo panel - può essere seguito anche in modalità registrata sul sito www.lifestyleweek.org, all’interno del quale saranno a disposizione il materiale informativo sul progetto, videointerviste ai protagonisti e l’agenda quotidiana degli interventi.
…Stay tuned per una vita più lunga e felice in salute!



per informazioni e suggerimenti: redazione@sportextra.it