Le pagelle della Serie A: quinta giornata

Il meglio e il peggio dell'ultimo turno del campionato italiano

di di Giulio Galiuto

Il pareggio nel posticipo tra Milan e Roma ha chiuso la quinta giornata di Serie A. Ecco i nostri voti.

10 - a Roberto e Lorenzo Insigne. I due fratelli si scontrano nel derby campano e danno vita a un vero e proprio duello in campo; Roberto sigla il primo gol della storia del Benevento contro il Napoli e Lorenzo pareggia i conti. Questo è il calcio che ci piace.

9 - all’ennesima partita perfetta della Sampdoria. Dopo la vittoria contro la Lazio arriva quella contro l’Atalanta: Ranieri manovra perfettamente i suoi giocatori e mette i bergamaschi alle strette, creando una “gabbia” attorno ai giocatori chiave. Sampdoria stile Leicester! Stesso voto a Ibra e Dzeko, protagonisti del posticipo

8 - alla Lazio che mantiene il ritmo Champions.Era importante dare continuità alla vittoria con il Borussia Dortmund: partita sbloccata da una magia di Luis Alberto e chiusa dal solito Immobile.

7 - all’Inter che fa il suo dovere. Tra una gara di Champions e l’altra i nerazzurri avevano un’insidiosa trasferta contro il Genoa. Porta inviolata e vittoria in scioltezza per i ragazzi di Conte.

6 - a Fiorentina e Cagliari. Vittorie casalinghe che dovevano arrivare e così è stato: tanti gol per l’una e per l’altra e punti che fanno bene alla classifica.

5 - al Torino che riesce a fermare il Sassuolo e conquista il primo punto del suo campionato, ma a 10’ dalla fine era sopra di 2 gol...

4 -al Bologna che incontrava una Lazio stanca dagli impegni europei e non sfrutta l’occasione: i rossoblù avrebbero dovuto mettere più in difficoltà i ragazzi di Simone Inzaghi.

3 - alla Juventus di Pirlo che fatica. Sfortunata sì (due traverse colpite e un gol annullato per millimetri...), ma è il secondo pareggio di fila: così non va.

2 - come i gol messi a segno dall’Udinese, insufficienti per uscire imbattuti dal “Franchi” perché la Fiorentina ne fa 3: serve più equilibrio.

1 - all’Atalanta che non si rialza. Altra sconfitta pesante per i bergamaschi, e dopo il tracollo a Napoli c’è anche quello in casa con la Sampdoria di Ranieri: semplici incidenti di percorso o gli avversari hanno capito come fermarli?

0 - al Crotone, per il momento, squadra non da Serie A. I calabresi sono ultimi in classifica a quota 1 punto e hanno già la peggior difesa del campionato, con una media di 3 gol subìti a partita.7 -



per informazioni e suggerimenti: redazione@sportextra.it