La buona tavola: ecco la dieta giusta per il cuore

Anche una corretta alimentazione contribuisce a proteggere il nostro organo più importante: ecco come...

di Leda Galiuto

Tra tutte le possibili cause di infarti, dall’ipertensione al diabete, dal fumo all’eccessiva sedentarietà e all’obesità, anche una dieta scorretta e sbilanciata ha la sua importante percentuale di incidenza. Per questo, insieme ad un nutrizionista di fama come Giacinto Miggiano, direttore del Centro Ricerche nutrizione umana del Policlinico Gemelli di Roma, abbiamo scritto un vademecum che correggesse certe abitudini alimentari sbagliate che potrebbero mettere a repentaglio il cuore. Nel manuale “Nutrire il cuore” abbiamo illustrato le varie situazioni che possono mettere a rischio il cuore e fornito le linee in campo alimentare per incidere fattivamente sulla vita quotidiana, cercando di aiutare il lettore a comprendere - capitolo dopo capitolo - il funzionamento del cuore e a scegliere le strade più giuste per non farlo danneggiare. Perché l’alimentazione può diventare un’arma fondamentale per proteggere il muscolo dalle malattie.
All’interno abbiamo quindi illustrato le diverse “facce” del cuore: da quello in forma a quello a rischio, da quello magro a quello grasso, da quello dolce a quello “esagerato”, da quello in fumo a quello stressato, da quello allenato a quello stanco. Con un particolare focus su quello… rosa, delle donne. 
Così, attraverso un mix di consigli e indicazioni, siamo arrivati alla tavola, agli alimenti giusti e da limitare se si è a rischio. Come i primi piatti elaborati (lasagne e cannelloni), i condimenti grassi (besciamella e burro), la pizza ai quattro formaggi, il latte intero, i dolci. 
Il tutto cercando di spiegare i valori corretti della pressione, il livello di colesterolo tollerabile come le prime manifestazioni del diabete. In modo di fermare in tempo i danni che potrebbero compromettere il funzionamento del cuore, dal bambino al nonno. Senza mai tralasciare, e qui sta la novità di questo libro, la soddisfazione del palato. Distinguendo tra fame, desiderio e fame per noia.
Perché la sazietà nulla può contro i circuiti del piacere, che ci fanno perdere il controllo e mangiare qualcosa di cui non abbiamo proprio bisogno. Per carità, la fame per piacere è comune: basta però fare attenzione. 
Alle proposte di Heinz Beck, chef tedesco pluridecorato con 3 stelle Michelin e 5 forchette, dal 1994 al prestigioso ristorante “La Pergola” dell’Hotel Cavalieri Hilton , che tutt’ora dirige, è poi dedicato l’ultimo capitolo del libro. Qui troviamo ricette meravigliose, pratiche e al tempo stesso estremamente facili (sono segnate le proteine, i grassi, i carboidrati, le calorie e il colesterolo), capaci di soddisfare ogni tipo di gusto, con lo chef che ha spiegato ad esempio come preparare “Maccheroncini integrali al ferretto con gamberi rossi, purea di melanzana affumicata e croccante di pane”, o “Risotto all’olio di oliva e grana padano con verdure e scampi in pinzimonio”, ma anche “Filetto di rombo su crema di caponata e granella ai profumi mediterranei” e “Insalatina di frutta con gelatina al lemongrass e gelato allo zenzero”.
Una guida per tutti, insomma, da tenere in libreria, ma anche e soprattutto a tavola.

“Nutrire il cuore”, delizie salutari in un volume scritto a 4 mani insieme ad un grande chef stellato

Due medici e uno chef, più un cuore da nutrire. Con i cibi giusti, con le ricette capaci di onorare il gusto e proteggere la salute. Tutto in un manuale da tenere sulla tavola o in libreria.
Perché i due autori, la cardiologa Leda Galiuto e il nutrizionista Giacinto Miggiano, sono riusciti a farne un testo che si può leggere secondo le esigenze, secondo le curiosità, secondo come si sta e quanto (e come) si mangia. Una guida per un cuore, per mille cuori.
Troviamo la dieta ipocalorica, ma anche i suggerimenti per i migliori metodi di cottura, i danni da fumo come quelli da overdose di dolci, gli effetti dell’allenamento sul muscolo cardiaco e la difficile convivenza con il colesterolo.
Heinz Beck, chef pluristellato, firma proposte che riescono a regalare un’inaspettata soddisfazione. Nel preparare il piatto, nel condividerlo e nel pensare che l’organismo dice «grazie».
Un esempio di divulgazione scientifica che alterna il frutto della ricerca al consiglio culinario, la raccomandazione sulla terapia da seguire alla scelta del pesce, i corretti valori della pressione alla ricetta dei maccheroncini integrali con gamberi rossi e purea di melanzana, l’allarme per il picco glicemico ai dubbi sulle verdure “ripassate in padella”.
Il volume (edito da L’asino d’oro edizioni), è disponibile nelle Librerie Feltrinelli, presso IBS, i Mondadori Store, ed è acquistabile on line su Amazon, anche in formato Kindle.



per informazioni e suggerimenti: redazione@sportextra.it