Intervengono le Asl: Italia a ranghi ridotti

Le decisioni delle Asl territoriali di bloccare la partenza di diversi calciatori stanno avendo anche ripercussioni sulla Nazionale

di Claudio Zecchin

Decimati, a dir poco. Le decisioni delle Asl territoriali di bloccare la partenza di diversi calciatori stanno avendo anche ripercussioni sulla Nazionale. Il calendario prevede mercoledì l’amichevole con l’Estonia e il doppio impegno di Nations League contro Polonia (domenica 15) e Bosnia (mercoledì 18).

Dopo la positività al Covid-19 di Roberto Mancini la FIGC ha comunicato che il ct azzurro potrà aggregarsi al raduno della Nazionale a Coverciano una volta completato il percorso previsto dalle norme e dai protocolli. Pronto Alberico Evani al suo posto. Assenti Criscito e Caputo per problemi muscolari, Acerbi, Barella, Biraghi, Castrovilli, Cristante, D’Ambrosio, Immobile, Mancini, Lorenzo Pellegrini e Spinazzola per ora sono in isolamento fiduciario, condizione che dovrebbero superare a breve i tre del Sassuolo Berardi, Caputo e Locatelli.

L’Italia è al secondo posto nel Gruppo 1 di Lega A con 6 punti, uno in meno rispetto alla Polonia capolista. A 5 l’Olanda, a 2 la Bosnia.



per informazioni e suggerimenti: redazione@sportextra.it