Il Coronavirus ha svelato vulnerabilità nascoste: come curarle con lo stile di vita

La rubrica di medicina e prevenzione a cura della Prof.ssa Galiuto

di Leda Galiuto

La pandemia da COVID-19 ha messo in evidenza delle “vulnerabilità” insospettate che hanno reso le persone più esposte a contrarre il Coronavirus e più a rischio di complicanze o mortalità. Diabete, ipertensione, dislipidemia si sono rivelati complici del virus. Una menzione a parte merita l’obesità. Infatti, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, circa 2 miliardi di persone di età superiore ai 18 anni sono obese o in sovrappeso. E se per COVID-19 si muore soprattutto dopo gli 80 anni, si è osservata una sproporzionata mortalità nei soggetti obesi nella fascia di età tra il 50 e 60 anni.
Le cause responsabili di questo effetto letale del virus nelle persone obese non è ben chiaro, ed è tutt’ora oggetto di studio, ma pare che abbia a che fare con una alterazione del sistema immunitario con una relativa amplificazione della risposta infiammatoria.
Quella che sembra particolarmente “intrigante” è l’ipotesi che il maggiore imputato sia il grasso che si accumula in modo anomalo intorno al cuore, in una posizione difficile da svelare, dove potrebbe aumentare il rischio cardiovascolare. Questo grasso anomalo è il risultato di uno stile di vita scorretto in termini di sedentarietà ed alimentazione scorretta, un nemico invisibile che si può sconfiggere solo modificando le abitudini di vita.
Nasce così una nuova branca della medicina: la medicina dello stile di vita sano, sempre attuale, ma essenziale in tempi di pandemia. Se diabete, ipertensione e dislipidemia possono essere efficacemente combattuti anche con la terapia farmacologica, non esiste una pillola per modificare lo stile di vita.
E’ necessario partire con una forte motivazione, o almeno essere recettivi alla possibilità di un cambiamento di stile di vita.
Noi vi forniamo una lista di suggerimenti con l’obiettivo di migliorare il proprio stato di salute durante la fase di distanziamento sociale, in modo da evitare l’attacco del virus o limitarne i danni, ed in ogni caso migliorare la propria aspettativa e qualità di vita anche dopo la pandemia.

NUTRIZIONE

* programmare l’acquisto e/o la consegna
domiciliare di cibo salutare
* consumare più di 5-7 porzioni di ortaggi
* ridurre al minimo cibo salato, dolce o fritto
* preparare e consumare colazioni ricche di fibre
* scegliere snack tra i pasti ricchi di fibre
* evitare diete o supplementi di moda a meno che
non siano prescritte dal proprio medico
* imparare ed esercitarsi a cucinare cibo sano

ATTIVITA' FISICA

* Considerare di ordinare materiale per fare esercizio fisico in casa
* Fare esercizio fisico domiciliare aerobico
e di tono muscolare
* Camminare e/o correre all’esterno con giudizio
* Eseguire programma di esercizio fisico
quotidiano fattibile

SONNO

* Ristrutturare la propria routine
per ricavarsi almeno 7 ore di sonno
* Implementare una nuova routine
per una migliore qualità del sonno

ALCOOL

* L’astinenza è la scelta migliore
* Altrimenti limitarsi ad un bicchiere di vino
al giorno per le donne e due per gli uomini
* Usare la telemedicina per ottenere consigli su come limitare o abolire l’alcool

TABACCO

* Da evitare assolutamente
* Usare la telemedicina per ottenere consigli su come smettere di fumare

TECNOLOGIA

* Prepararsi ad usare la telemedicina per consulti medici
* Scaricare le applicazioni per smartphone per migliorare lo stile di vita
* Considerare la possibilità di acquistare dei device indossabili per
misurare i parametri importanti e controllare così la propria salute
o consentire al medico di valutarla

Sono consigli apparentemente semplici, eppure per molti complessi da mettere in pratica e, soprattutto complessi da mantenere con costanza.
Eppure basta iniziare, basta voler iniziare, quando sarà una routine non si… riuscirà più a smettere di vivere in salute ed allora si potrà trasformare l’immensa difficoltà che stiamo vivendo in una opportunità.



per informazioni e suggerimenti: redazione@sportextra.it