Gruppo F, Portogallo-Germania: CR7 contro il tabù tedesco (mai un gol alla Germania!)

Un’altra tripletta di Thomas Müller a 50 contro 1 su Sisal.it

La Germania è quasi con le spalle al muro a Euro 2020 dopo la sconfitta all’esordio con la Francia. La nazionale di Joachim Löw, contro il Portogallo campione d’Europa in carica, non può permettersi un altro passo falso e rischiare di salutare la manifestazione al primo turno. Attenzione perché storicamente se i tedeschi superano la fase a gironi, diventano una mina vagante per tutti come dimostrano i numeri: 12 partecipazioni agli Europei, 3 successi, 3 volte secondi, altrettante semifinali e sempre in 3 occasioni fuori al primo turno.
Insomma, se la Germania scavalla il girone poi arriva quasi sempre in fondo. Numeri importanti per Neuer e compagni, che partono favoriti contro la formazione di Cristiano Ronaldo, caldissimo dopo la doppietta con cui ha steso l’Ungheria. Gli esperti di Sisal Matchpoint, si legge in una nota, credono nel successo della Germania, dato a 2,35 rispetto al 3,20 portoghese con il pareggio vicinissimo a 3,25. Un dato significativo rafforzato dai confronti diretti tra le due formazioni: 10 successi tedeschi, 3 del Portogallo e 5 pareggi.

La Germania, inoltre, viene da 4 vittorie consecutive contro i rossoverdi che non battono i rivali di domani sera dall’Europeo del 2000. Attenzione però ai corsi e ricorsi storici: quella sconfitta costò ai bianchi l’eliminazione al primo turno nella manifestazione. Un risultato esatto come quello di 21 anni, il 3-0 del Portogallo, pagherebbe 40 volte la posta mentre per il 3-1 per la Germania, punteggio più frequente tra le due squadre, la quota si dimezza fino a 20.

Dopo la doppietta all’Ungheria, con la quale è diventato il miglior marcatore nella storia degli Europei, Cristiano Ronaldo ha un altro obiettivo nel mirino: segnare per la prima volta alla Germania. CR7, infatti, non è mai andato a segno contro i tedeschi e la sfida con Manuel Neuer si prospetta emozionante. Gli esperti di Sisal Matchpoint ripongono molta fiducia nel numero 7 più famoso al mondo visto che è lui il maggior candidato a entrare nel tabellino dei marcatori a quota 2,75. Quota che si alza fino a 6,00 per vedere Cristiano Ronaldo andare a segno su rigore.

Sul versante opposto però Löw si affida a uno dei suoi uomini più carismatici, Thomas Müller che sogna un’altra notte come quella di 7 anni fa in Brasile. Ai Mondiali sudamericani, infatti, il trequartista del Bayern Monaco rifilò una clamorosa tripletta, destro su rigore, sinistro e colpo di testa, al Portogallo. Un’impresa, se replicata domani, che pagherebbe non solo 50 volte la posta ma rilancerebbe sia Müller che la stessa Germania.



per informazioni e suggerimenti: redazione@sportextra.it