Gioco online UK, Gambling Commission: «Con l’allentamento delle misure anti-COVID scommesse sportive in aumento del 115%»

Lo afferma la Gambling Commission, che ha seguito attentamente l'evoluzione del gioco dall'inizio dell'emergenza sanitaria fino a questa estate

La Gambling Commission ha analizzato i flussi di gioco nel Regno Unito nel periodo  di allentamento delle misure per contrastare la diffusione del Covid-19 (maggio-giugno) al fine di stabilire come esso abbia influito sul comportamento dei consumatori. «Per quanto riguarda le scommesse online, i dati forniti dagli operatori mostrano un aumento delle entrate lorde del 115% per le scommesse su eventi reali online tra maggio e giugno (che sale a 217,5 milioni di sterline). Questi numeri sono giustificati anche dal ritorno dopo molto tempo dei maggiori campionati di calcio e dalla notevole frequenza delle partite giocate in questo periodo».
E’ quanto afferma la stessa Gambling Commission in una nota ufficiale. «Sul fronte delle slot online, nonostante un aumento dell’1% nel numero di giocatori da maggio, lo stesso periodo ha visto una diminuzione del 5% nel numero totale di giocate, con un corrispondente calo del 10% delle perdite per giocatore attivo. I dati - prosegue l’ente regolatore - mostrano che il coinvolgimento dei giocatori sta scemando man mano che prosegue l’allentamento delle misure di sicurezza. Infatti a giugno si attesta al 35% la percentuale di giocatori che svolgono più sessioni di gioco. Alla luce delle sfide e dei cambiamenti portati dalla crisi del Covid-19, siamo stati chiari sul fatto che ci aspettiamo che gli operatori identifichino e interagiscano con i consumatori ove necessario. Tra maggio e giugno, il numero di interazioni con i clienti è aumentato del 12%. Da quando abbiamo emesso ulteriori linee guida per gli operatori a maggio, il numero di sessioni di slot online che durano più di un’ora è diminuito del 5%».