Flop DAZN, associazioni dei consumatori scatenate

Unione Nazionale Consumatori, Codacons e Codici all'attacco: «DAZN garantisca un servizio efficiente o ceda i diritti ad altri»

L'Unione Nazionale Consumatori non è rimasta a guardare ed è anch'essa intervenuta sui disservizi di DAZN verificatisi durante la trasmissione di alcune partite della prima giornata di Serie A, annunciando un esposto sia all'Antitrust che all'Autorità delle Comunicazioni. «Se il buongiorno si vede dal mattino andiamo male! Se è vero che tutto è dipeso da un sovraccarico, chissà cosa succederà quando tutti gli italiani saranno rientrati dalle ferie o durante big match come quelli del prossimo 12 settembre, quando si giocheranno Napoli - Juventus e Milan-Lazio», ha affermato Massimiliano Dona, presidente dell'UNC.
«Per questo abbiamo deciso di presentare due esposti, uno all'Antitrust, che a fine luglio aveva chiuso il procedimento cautelare, ma a fronte di un impegno di DAZN di fornire servizi per la visione sul digitale terrestre delle partite in caso di problemi di connessione e di una garanzia di porre in essere i necessari investimenti infrastrutturali e uno all'Authority delle Comunicazioni che fin da giugno aveva emanato un atto di indirizzo per evitare fenomeni di congestione della rete e prevenire disservizi per gli abbonati - ha proseguito - Chiediamo ora alle due Authority di intervenire con urgenza per verificare il perché dei disservizi e se siano stati rispettati tutti gli impegni che DAZN doveva rispettare» ha aggiunto Dona. «Inutile aggiungere che tutti gli abbonati che hanno subito disservizi hanno diritto ora a un equo indennizzo» la sua conclusione. 

L’attacco del Codacons: «Il lupo perde il pelo ma non il vizio»

E non è mancato neanche l’attacco del Codacons. «Il lupo perde il pelo, ma non il vizio: DAZN continua a registrare problemi e disservizi: un flusso di proteste e segnalazioni iniziati nella gara inaugurale della stagione 2021/2022 tra Inter e Genoa per poi continuare con Udinese-Juventus giocata nel tardo pomeriggio di ieri. La prima giornata di campionato trasmessa dal broadcaster ha creato polemiche e lamentele da parte di migliaia di utenti. In tanti hanno riscontrato problemi di connessione e le foto diffuse in rete non lasciano dubbi in merito».
Lo afferma il Codacons, che torna a chiedere «con fermezza di indennizzare tutti gli utenti coinvolti nei disservizi, attraverso rimborsi automatici pari al costo della singola partita, pena inevitabili azioni risarcitorie a tutela dei consumatori e dei tifosi».
«Qualcuno deve ricordare infatti che gli utenti hanno pagato alla piattaforma, e quest'anno più degli scorsi anni, un servizio spesso inefficiente. I soldi dei cittadini, mai come in questo periodo, sono preziosi: e non si può tollerare che finiscano nelle tasche di chi non riesce a erogare un servizio all'altezza, o non ha predisposto per tempo il necessario per farlo. Delle due l'una: o DAZN riesce a ripristinare standard di servizio adeguati, indennizzando gli utenti coinvolti, o deve rinunciare all'idea di trasmettere le partite - stante la palese inadeguatezza delle sue performance - e cedere ad altri i suoi diritti», aggiunge il Codacons, ricordando che «chi è in possesso di pacchetti DAZN e non è riuscito ad assistere in TV alla partita, o ha subito continue interruzioni del segnale, ha diritto, in base al codice civile, ad ottenere il rimborso di quanto pagato, proporzionalmente al disagio subito».

Codici chiede rimborsi per i consumatori

«Sono mesi che si discute della nuova modalità di trasmissione delle partite del campionato di Serie A – dichiara Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – e sono mesi che le associazioni dei consumatori evidenziano la necessità di garantire un servizio qualitativamente accettabile. Tutto questo perché lo streaming in Italia troppo spesso è sinonimo di disservizio. Purtroppo, per quanto riguarda DAZN, i timori della vigilia si sono rivelati fondati, come dimostrano le segnalazioni e le proteste degli abbonati che all’improvviso hanno visto interrompersi la diretta della partita, anche più volte nel corso della stessa. Ci auguriamo che DAZN risolva al più presto i problemi, considerando tra l’altro che i disservizi si sono registrati sabato, si sono ripetuti domenica e non vorremmo che si verificassero anche oggi. Naturalmente, ci aspettiamo che l’azienda rimborsi gli abbonati danneggiati e ci stiamo già muovendo in tal senso».



per informazioni e suggerimenti: redazione@sportextra.it