Ecco come cambierà la Serie A in TV con DAZN

Niente decoder, ma servirà una Smart TV e l'abbonamento costerà sui 30-35 euro al mese

«Cosa cambia per l'utente? Semplice, l'esperienza del calcio in TV sarà più ricca ed interattiva, grazie all'integrazione di contenuti originali e nuove funzionalità. E il prezzo rifletterà la nostra filosofia, sarà più accessibile di quello attuale: è una svolta epocale. Prima di fine campionato comunicheremo le nuove offerte» ha detto Veronica Diquattro, Chief Customer & Innovation Officer di DAZN, in una breve intervista rilasciata all’ANSA.

E allora andiamo a vedere cosa cambierà davvero nella fruizione settimanale delle partite di Serie A, con l'aggiudicazione dei diritti TV da parte di DAZN, e lo facciamo attraverso l'ottimo reportage di Alessandra Gozzini, che su Gazzetta.it ha sviscerato tutte le possibili novità (QUI l'articolo integrale del sito della Gazzetta dello Sport).

Il calendario del weekend non subirà ovviamente modifiche, con un possibile anticipo al venerdì, 3 al sabato nei consueti orari 15:00-18:00-20.45, il "lunch match" della domenica alle 12:30 e il posticipo serale delle 20:45 con un eventuale "Monday night" in stile inglese. A cambiare, però, sarà tutto il resto, a partire dalla tecnologia.

Servirà un decoder per assistere alle gare di campionato?

No. A differenza di quanto avveniva con Sky, per Dazn basta scaricare l’App. Lo streaming sarà così visibile attraverso tv e telefoni (necessariamente smart), computer, tablet e anche consolle di gioco. Basterà per vedere tutte le 10 gare della giornata di Serie A: 7 in esclusiva Dazn e 3 in co-esclusiva.

L’abbonamento sarà associato a un solo dispositivo?

No. Un unico abbonamento sarà valido per 6 dispositivi differenti, e massimo 2 collegati contemporaneamente sullo stesso evento. Esempio: una persona guarda la partita in TV in salotto, allo stesso tempo (con le medesime credenziali d’accesso) un’altra potrà seguire l’evento sul telefonino.

Quanto costerà fare l’abbonamento?

Tra i 30 e i 35 euro al mese, è il range su cui si sta orientando Dazn (lo ha ipotizzato l'Ansa nell'intervista a Veronica Diquattro, ndr). Il prezzo esatto verrà stabilito entro la fine del campionato in corso. Non saranno possibili acquisti di partite singole. La procedura: o con l’App o su www.dazn.com, si crea un account e si sceglie un metodo di pagamento.

Gli abbonati Sky potranno seguire le gare diventate esclusiva di Dazn?

No. E non è detto che i due operatori troveranno un accordo di collaborazione: oggi gli abbonati Dazn avevano un canale dedicato sulla piattaforma Sky, il 209, che verrà spento a fine giugno di quest’anno. Se sarà Sky ad aggiudicarsi il “pacchetto 2" gli abbonati alla TV satellite potranno seguire le 3 partite di giornata in co-esclusiva.

Servirà una connessione particolarmente veloce per seguire l’evento?

Basteranno 8 megabit per secondo per vedere correttamente la partita, senza blocchi o ritardi. Sarà quindi necessario dotarsi di una Smart TV dalla quale scaricare l’App Dazn.

Cambieranno gli orari delle partite e la distribuzione nel week-end?

No. Quello era già stabilito nel bando d’acquisto della Lega. Le partite saranno divise tra sabato, 3 match (alle 15:00, 18:00 e 20:45), 6 la domenica (uno alle 12:30, tre alle 15:00, uno alle 18:00 e uno alle 20:45), uno il lunedì alle 20:45

Ci saranno eventi su Dazn che accompagneranno il pre e il post partita?

È allo studio un progetto editoriale molto ampio e strutturato. Il piano e le novità verranno presentate prossimamente.



per informazioni e suggerimenti: redazione@sportextra.it