Djokovic senza rivali anche a Wimbledon

Novak Djokovic ha capito che il momento per tentare l’impresa è giunto adesso. Il numero 1 del mondo è consapevole come questo possa essere l’anno per realizzare il Grande Slam, un’impresa che nel tennis maschile è riuscita solo a Rod Laver, nel 1962, da dilettante, e nel 1969, nell’era Open. Da allora nessuno ha più vinto i 4 tornei nello stesso anno: solo Steffi Graf, nel 1988 tra le donne, ha eguagliato il fenomeno australiano.
Così dopo aver vinto Australian Open e Roland Garros, Djokovic si presenta da grandissimo favorito anche sull’erba di Wimbledon, complice anche il forfait di Nadal: secondo gli esperti di Sisal Matchpoint, infatti, “Nole” non ha praticamente rivali visto che il suo trionfo, il sesto sul prato inglese, si gioca a 1,80.

Alle spalle del dominatore della stagione c’è il numero 2 del ranking, Daniil Medvedev, che a Wimbledon non è mai andato oltre il 3° turno. Il tennista russo, finalista quest’anno in Australia, cercherà di interrompere il sogno di Djokovic di realizzare il Grande Slam e il suo primo successo a Londra è dato a 7,50.
Stessa quota per Stefanos Tsitsipas, recentemente battuto da Djokovic proprio al Roland Garros dopo essere stato in vantaggio di due set a zero. Il greco ha una tremenda voglia di rivalsa e sull’erba di Wimbledon proverà a sfruttare al massimo il suo servizio.
Ma se si parla di Wimbledon, inevitabilmente il nome che viene in mente è quello di Roger Federer. Il “padrone di casa”, avendo vinto qui in 8 occasioni, record assoluto, e perso in altre 4 la finale, potrebbe essere all’ultima passerella londinese e così proverà a dire la sua fino alla fine. “The King” ha già detto che il suo obiettivo sarebbe arrivare alla seconda settimana ma tutti sognano un epilogo da favola: il 9° trionfo nel Championship di Federer pagherebbe 9 volte la posta.

La truppa azzurra sarà guidata da Matteo Berrettini, reduce dalla straordinaria vittoria al Queen’s, e che sogna di regalarsi due settimane da sogno nel tempio del tennis. Il tennista romano proverà a imitare Nicola Pietrangeli, ad oggi l’unico italiano ad aver raggiunto le semifinali a Wimbledon, e magari perché no anche a batterlo. Secondo gli esperti di Sisal Matchpoint, l’impresa è difficile ma non impossibile visto che Berrettini, in quota a 12, è il quinto favorito del torneo.
Più indietro parte Jannik Sinner che ha accusato qualche passaggio a vuoto negli ultimi tempi: il tennista di San Candido però ha la testa e il braccio per rialzarsi immediatamente. Un trionfo a Wimbledon si gioca a 33 contro 1.



per informazioni e suggerimenti: redazione@sportextra.it