Crollo scommesse in Agenzia: nel 1° semestre 2020 la spesa degli italiani a -44,5%

A giugno spesa in calo del -73%: al primo posto Eurobet (18,42% del mercato), seguita da GoldBet e Snaitech

Agenzia scommesse vuota

Nel primo semestre 2020 la spesa nei punti fisici di scommesse sportive, ippiche e virtuali - a causa del lockdown seguito all’emergenza Coronavirus tra marzo e giugno - è crollata del 44,5%, passando, come riporta AGIMEG, dai 620 milioni di euro del periodo gennaiogiugno 2019 ai 344 milioni dello stesso periodo 2020. Le scommesse sportive, complice la chiusura dei negozi e l’assenza dei vari campionati nazionali, hanno perso il 41,1% attestandosi a 252 milioni contro i 427 milioni del primo semestre 2019. A risentirne ancora di più l’ippica: le scommesse ippiche in agenzia hanno perso il 58,3% attestandosi a 14,4 milioni, mentre l'ippica nazionale è diminuita del 61,7% a 8,4 milioni. Dimezzate anche le scommesse virtuali (-49,3%), su cui tra inizio anno e fine giugno sono stati spesi 68,8 milioni.

Complessivamente, tuttavia, i giochi online e le scommesse sia fisiche sia online, nel primo semestre di quest’anno, hanno perso “solo” il 3,2% della spesa (da 1,49 miliardi del 2019 a 1,44 miliardi del 2020), merito soprattutto dell’ottimo andamento del gioco online, che è cresciuto del 26%, passando da 876,6 milioni di euro del primo semestre 2019 a 1,1 miliardi dello stesso periodo 2020. Nel dettaglio, la metà della spesa arriva dai casinò games, che hanno superato 556 milioni di euro (+37% sul 2019), ma spicca sia il +76,7% per il poker a torneo (73,9 milioni di euro) sia il +52,2% del poker cash (a 47,1 milioni).

La spesa nel bingo online è invece cresciuta del 57,5% a 28,3 milioni, mentre le scommesse sportive perdono lo 0,9% attestandosi a 350,2 milioni. Ippica online a due facce: se le scommesse ippiche nazionali perdono il 29% (attestandosi a 1,9 milioni), le scommesse ippiche d’agenzia guadagnano il 54,6% (9,3 milioni). La migliore performance è stata registrata dalle scommesse virtuali, che sono passate dai 13,2 milioni di spesa del primo semestre 2019 ai 33,5 milioni dell'analogo semestre 2020 (+152,7%). In calo invece il betting exchange, che ha perso il 18,6% con una spesa di 3,7 milioni.

scommesse quote di mercato
Dati aggiornati a Giugno 2020, elaborazione a cura di AGIMEG

IL MESE DI GIUGNO NEL DETTAGLIO

Per quanto riguarda nello specifico il mese di giugno, il mercato delle scommesse sportive ha registrato una spesa complessiva per 73,6 milioni di euro, in calo del -10,8% rispetto a giugno dello scorso anno. Si tratta di un dato ovviamente influenzato dalla riapertura delle agenzie, dopo il lockdown, solo a metà del mese. Leader di mercato Snaitech, con una quota sulla spesa del 13,4%. Ottime performance anche per Sks365, Sisal Matchpoint, Bwin e William Hill, tutti in crescita rispetto allo scorso anno. Sono stati invece circa 10,9 i milioni di euro spesi a giugno con le scommesse sportive in agenzia, valore in calo del 72,9% rispetto ai circa 40 milioni di euro spesi nello stesso mese dello scorso anno.

Sul podio, tra gli operatori, spicca la leadership di Eurobet, con il 18,4% di quota di mercato, seguita da GoldBet (16,7%) e Snaitech (15,7%). Completano la “Top 5” Lottomatica (13,9%) e Sks365 (13,3%). Con 62,7 milioni di euro spesi, il mercato delle scommesse sportive online ha registrato a giugno una crescita rispetto a giugno 2019 del +47,4%. Quote di mercato in aumento per Snaitech, Sks365, Eurobet, Sisal Matchpoint e GoldBet. Nonostante abbia mantenuto il primo posto tra gli operatori, Bet365 ha perso in un anno quasi il 31% di quote di mercato. Ottime performance, invece, per Betpoint, Betflag e ScommesseItalia.